Il terzo ponte di Dolceacqua

Probabilmente alla domanda “quanti ponti sul Nervia ci sono a Dolceacqua?” molti di noi risponderebbero seccamente : “DUE! Ponte Nuovo e ponte Vecchio!” . La fretta sarebbe cattiva suggeritrice perchè i ponti a Dolceacqua, passerelle a parte, sono 3 : c’è anche il ponte in regione Lotta!
Quanti di noi hanno mai attraversato tale ponte?!? Secondo me, ottimisticamente parlando, meno di 200 persone, ossia meno del 10% della popolazione. Di certo non c’è stato, almeno fin’ora, un grande ritorno di investimento dopo 5 anni dalla sua messa in opera.

Il dibattito su come riuscire a sfruttarlo sviluppando il territorio collegato (Bregesto, Ca’ dei Padrui, …) è questione accesa per gli addetti ai lavori e le parti interessate. La maggioranza della popolazione si domanda ovviamente perchè sia stata costruita tale opera, non certo regalata, in una zona così angusta del territorio e in una posizione neppure troppo sicura per quanto concerne la viabilità, visto che ora pare che serva solo il fortunato possesore della casa immediatamente al di là del torrente.

Ebbene, grazie ad una foto scattata da un attento osservatore siamo finalmente in grado di capire l’attuale funzione del ponte di regione Lotta!


Ecco la foto in questione

apparentemente potrebbe non dire nulla, ma se si osserva più attentamente una sagoma sotto il ponte …

si vede un ospite bivaccare e si capisce come l’opera attualmente possa fungere da punto di conforto e di ristoro (si noti il frigo portatile) per i viandanti che attraversano i nostri territori:

finalmente una “grande opera” per il turismo di Dolceacqua!

John , 22 June 2009

Commenti

7 Commenti a “Il terzo ponte di Dolceacqua”

  1. Ninut - 23 June 2009 alle 10:45

    Sono certo che la persona fotografata sotto il ponte è un Dolceacquino.
    Passa le sue giornate rintanato al fresco sotto il ponte, cosi non deve
    pensare, non sente il bisogno di confrontarsi, non sente voci a lui contrarie,
    non ha bisogno di niente (Tanto ha il frigo).. insomma un vero BAUNEO.
    Salù

  2. alessandro veronesi - 25 June 2009 alle 11:20

    Salve Ninut… “curioso” il tuo commento ma, sempre con la voglia di capire e apprendere, chido: cos’è un BAUNEO?

  3. magaglio - 25 June 2009 alle 17:10

    il classico dolceacquino che parla parla e non combina mai niente BAUNEO deriva da BAUNA che in dialetto vorrebbe dire ABBAIARE come i cani mi sembra davvero strano che certi luminari del paese non gielo ancora detto

  4. magaglio - 25 June 2009 alle 17:23

    ho dimenticato abbiano

  5. alessandro veronesi - 25 June 2009 alle 19:07

    Caro Magaglio (se posso permettermi…) credevo che le ostilità (sue) fossero finite… me ne dispiaccio, soprattutto… per quanto le compete ! e le rispondo come sergue, per punti, sperando… di non essere malinteso, nuovamente 😉
    1. anzitutto non sono un “classico” dolceacquino perché, come lei stesso ha avuto la CARINERIA di sottolineare – dispiacendomene per primo – sono un “importato” come ho dichiarato dalla prima ora e senza alcuna… vergogna (anzi !!!). Domandina per inciso: dovrei forse, perchè ? Nessuno a lei a mai detto: che la perfezione non è di questo mondo ?! Io non ne ho certamente la presunzione, ma cerco di migliorarmi sempre e per quel che posso.
    2. parlo parlo e non combino nulla ? e che cosa dovrei combinare, di grazia ? me lo spieghi lei che sa trutto di dolceacqua, io ripeto, ho ammesso la mia “ignoranza”, riconfermando che desidero e che ho solo da imparare (quando ne vale la pena…)
    3. nel mio post ho chiesto – ma non a lei, mi scusi – gentilmente e quindi per “MANIFESTA…ignoranza” cosa volesse dire BAUNEO. perinciso, grazie della spiegazione…
    4. non deve stupirsi se certi luminari – come li appella lei criticamete, mi par di capire (anche se la cosa non mi riguarda e tanto meno mi tocca) – dolceacquini doc non mi hanno detto nulla in proposito, visto che: non li conosco, non passo il mio tempo per strada, nei bar o magari… sotto al terzo ponte come il BAUNEO (che verosimilmente sarà anche lui padrone di far quel che desidera, se non reca danno… o ne soffre il decoro paesagistico ?)
    La saluto cordialmente

  6. magaglio - 26 June 2009 alle 23:03

    non ha capito. LEI ha frainteso ancora una volta: BAUNEI é quello che dicono di noi dolceacquini nati. tutti quelli della vallata dunque lei non c’entra assolutamente niente LEI non puo’ essere un BAUNE non essendo nato a dolceacqua riguardo ai LUMINARI era una risposta indiretta x chi vuol capire (non c’e l’ho con lei assolutamente e mi spiace se l’ho offesa) poi quello sotto il ponte x me’ puo’ fare quello che vuole (nei limiti) a presto (ha notato che qualcuno non parla + sul blog da qualche giorno? magari un giorno io e LEI a tu x tu ???? buona notte

  7. alessandro veronesi - 25 June 2009 alle 19:08

    ho dimentica la H nell’ultima riga del punto 1. scrivendo… Nessuno HA mai detto….
    sono desolato e me ne scuso profondamente

Inserisci un commento

Devi essere loggato (loggati ) per inserire un commento.