Gli “Stranomi”

Vorrei proporre ai lettori del blog un argomento di discussione che mi ha sempre affascinato: quello dei soprannomi caratteristici delle famiglie dolceacquine, detti comunemente “stranomi”, che alcuni di voi hanno anche utilizzato per registrarsi qui.
Sarebbe interessante raccogliere quanti più stranomi possibili e magari anche la loro origine…
Per esempio, la famiglia di mio nonno materno era nota come “i Nuarin” per una presunta discendenza (illegittima) dai conti Noaro, mentre quella di mio papà aveva il soprannome di “i labrai”, non si sa bene se per lontane origini ebraiche o perchè un nostro avo aveva avuto a che fare con persone di religione ebraica aiutandole o scambiando merci con loro.
Ciao a tutti

———————————————————
Aggiornato il 30/03/2009

E’ possibile scaricare l’elenco aggiornato degli stranomi e dei soprannomi di Dolceacqua. Per chi volesse contribuire è possibile inserire un commento oppure scaricare il file, aggiornarlo, e inviarlo tramite la pagina Contattaci

Elenco Stranomi e Soprannomi

Beatrice , 8 January 2009

Commenti

21 Commenti a “Gli “Stranomi””

  1. il Grillo Parlante - 8 January 2009 alle 21:36

    Ciciuì, Singaru, Sunagliun, Pisciacianè, Pisciandendu, Bairo’, Banari, Gattu, Dreda, Brissacarin, Babi,Cilun, Madunetta, Ciarun, Testalonga, Mela, Livietta, Panseccu, Russu, Stupa, Curpeti.
    Sono quelli che mi vengono in mente;
    Gli “stranomi” a volte identificavano la famiglia, a volte erano lo “storpiamento” di una caratteristica fisica ed a volte erano atteggiamenti abituali.
    Salu.

  2. Franck - 8 January 2009 alle 22:41

    Ecco una lista incompleta tratta da varii registri dell’800 conservati in archivio parrocchiale e comunale. Alcuni di questi stranomi sono stati italianizati nei registri dell’epoca
    Ringrazio tutti i Dolceacquini che mi hanno aiutato ad ampliare questa ricerca

    Franck

    STRANOMI DELLE FAMIGLIE DI DOLCEACQUA

    ANFOSSO « Franzon »
    « Ciacrinato »
    « Ghigliè »

    ANTONINI « Mûraoo »

    ARNAUDO « Rosario »
    « Luzì »

    BAILO « Ghida »

    BALBO « Streccon »
    « Dreda »

    BALLESTRA « Paradiso »

    BARBERIS « Ratto »

    BASSO « Spiaire »
    « Bassetto »

    BONFIGLIO « Tamben »

    CAMPANA « Marian »

    CANE « Colin »
    « Cagneto »

    CASSINI « Mêla »
    « Coêgu »
    « Bacì u grando »
    « Grizia »
    « Ranghetto »
    « Lisorenco »
    « Lilipan »
    « Luca »
    « Cappelin »
    « Ciaixin »
    « Aglio »
    « Gatin »
    « Maneglia »

    CONRIERI « Liscià »

    CROVESI « Usciere »

    DALLORTO « Lisciandro »
    « Giustin »
    « Braghe d’ auru »

    DEBERNARDI « Beon »
    « Preveto »

    DUPRAT « Rulla »

    DURANTE « Scaravuglio »
    « Bagnello »
    « Pancina »
    « Bagnee »
    « Risonia »

    FERRARI « Tone Robè »

    FERRARIS « Mumeto »
    « Rubè »
    « Musciantonin »

    FILIPPI « Cavagnè »
    « Muscazzo »

    GAROSCIO « Tegurin »
    « Tegù »
    « Zanì »
    « Picon »
    « Canchè »
    « Vichì »
    « Zighe »
    « Regin »

    GIAUNA « Balin »
    « Bonò »

    GIBELLI « Fenuccchiu »
    « Cagàn »
    « Mustafà »
    « Patalà »
    « Testarossa »

    GIORDANO « Berturì »
    « Lamorte »
    « Lafò »
    « Risciò »
    « Carabin »
    « Miccio »
    « Laperla »
    « Talon »

    GIRALDI « Tenente »
    « Barusco »
    « Bancaraa »
    « Segnuu »
    « Tanarda »
    « Menzio »

    ICARDI « Giarado »

    LANTERI « Brigoro »

    MACCARIO « Zincon »
    « Zucchetta »
    « Tilì »
    « Maniccino »
    « Rocchettin »
    « Peppinin »
    « Ghibò »
    « Giarrada »

    MAURO « Angerì »
    « Sonaglion »
    « Bairò »
    « Merì »
    « Miseria »
    « Paglialonga »
    « Ruscu »

    MORSCIO « Giandun »
    « Ferraa »
    « Cuntin »
    « Ansaudo »
    « Ambreuxi »

    MURATORE « Catrocci »

    NERVINO « Battaglin »
    « Risoria »

    NOARO « Ciaporin »
    « Paoletta »

    ORRADO « Sungrin »

    ORRIGO « Marmo »
    « Ciumelin »
    « Abreo »
    « Fideletti »
    « Liscià »

    PASSADESCO « Rezzo »

    PERI « Coniglio »

    PERRINO « Mesurun »
    « Polidon »
    « Bensa »
    « Paganin »
    « Messeto »
    « Peppa »
    « Maglio »
    « Testalonga »

    PIOMBO « Urbasco »
    « Bastee »

    RAIMONDO « Sergente »
    « Abbatin »
    « Carrabinee »
    « Dumè »
    « Mêre »
    « Marietton »
    « Gobbo »
    « Panizzo »
    « Pernixeta »

    RAMBALDI « Zane »

    REBAUDO « Stupa »

    RICHELMI « Marì »

    ROGGERO « Seva »

    ROSSO « Fra »
    « Paoleton »
    « Cicolì »
    « Palermo »
    « Tappo »
    « Brûso »
    « Ciampè »
    « Ciapazzo »
    « Relêu »

    SALVATORE « Patanuo »
    « Stoverè »
    « Bassì »

    SASSO « Gambarin »
    « Rauchì »

    SISMONDINI « Rore »
    « quisupra »
    « Gagliardun »

    SOLAMITO « Bezon »
    « Lazzaro »
    « Spigo »
    « Veschevo »
    « Pistateghe »
    « Perusso »
    « Cico »

    TORNATORE « Bocciardo »
    « Cristi »
    « Banari »
    « Bezon »
    « Barcotto »
    « Preve »
    « Bresche »
    « Fisso »
    « Burro »
    « Mucco »
    « Brocca »
    « Maglio »

    VENTURA « Vellian »

    VERANI « Labauma »

    VERDINO « Bastardo »
    « Cicin »

    VERRANDO « Muschina »
    « Peccion »
    « Maixellin »
    « Cairon »
    « Pacarè »
    « Menari »
    « Ciarpa »
    « Merlo »
    « Striglion »
    « Rezzo »
    « Doria »
    « Balconaro »

    VIGARELLO « Marrazzo »
    « Bancaran »
    « Maimo Bon Piè »
    « Imperiaa »
    « Panzamolla »

    VIGLIANI « Bin »
    « Battûo »

  3. ricciolina - 10 January 2009 alle 22:58

    Complimenti Frank, hai fatto un gran lavoro!
    Sarebbe però carino se di qualcuno di questi stranomi si potesse risalire al significato. Chi ne sa di più??!!!??

  4. John - 11 January 2009 alle 21:37

    Voglio ringraziare innanzitutto Franck, che mi ha visto giovanissimo bazzicare a MonteCarlo in periodo natalizio e invitarlo, se ha piacere, a proporre le ricerche storiche che so che ha fatto in questi anni, il suo elenco presenta cognomi e stranomi che non avrei detto essere di Dolceacqua!
    Il tema “stranomi” da piccolo mi ha sempre divertito. Ricordo ad esempio Pierino U Muciu sul palco del Festival della Commedia Dialettale di Pigna elencare una serie interminabile di Stranomi, uno più divertente dell’altro. Ad essere onesto, devo dire che Pigna come creatività e cinismo nel proporre stranomi è superiore a Dolceacqua, ma anche da noi non si scherza…
    Per quello che mi si diceva anni fa, lo stranome nascerebbe come esigenza di identificare univocamente una persona indicandone la dinastia. Un tempo, infatti, in comunità piccole e per lo più isolate, i cognomi che giravano erano sempre gli stessi. Aggiungiamo a questo fatto l’usanza di dare al figlio il nome dei propri genitori, ed ecco come l’omonimia diventava consuetudine, per quello che mi risulta, un po’ lungo tutto l’arco della penisola e isole comprese.

    Ma come nasce uno stranome?!?
    Non ho basi storiche o culturali per dare una risposta, ma una piccola analisi scorrendo la lista di Franck può essere fatta.
    Come indica Beatrice, può essere una sorta di aggettivo per una certa famiglia o dinastia. Spesso e volentieri però, scorrendo la lista, sembra che il nome o il soprannome attribuito a una persona venga poi ereditato dalla discendenza. Ad esempio vediamo in tempi odierni il caso di Giancarlo “Sciarletto”, Giancarlo “Nemo”, Dino “Rudi”, etc … . In questa categoria mi ci metto anche io, che discendo per la parte di Dolceacqua dai “Pepinìn” (si veda lista di Franck), diventato “Pepinine” per la discendenza femminile di Pepinìn appunto, mentre per quella di Pigna i “Pioli” non so da dove abbia esattamente origine.
    Dalla lista si evince anche come un mestiere fatto da un avo o un’attività commerciale, venga poi tramandato (Coegu, Bancaraa, Muraoo, …). I casi più lampanti dei giorni nostri direi che potrebbero essere legati ad alcune attività commerciali ormai storiche: Vegè, Elda, California, Pascalìn, Pastissi… Non mi stupirei un domani di sentir chiamare i pronipoti di Orazio ancora “…” della Vegè pur avendo il negozio cambiato insegna!
    Da ricordare anche come famiglie trapiantate a Dolceacqua siano state coinvolte in questo tema: Careghè, Cavalìn, Belu, …
    Diciamo quindi che, nonostante lo stranome non sia più una esigenza, è comunque rimasto una consuetudine che viene mantenuta per fortuna!

  5. John - 11 January 2009 alle 21:51

    Ho inserito in coda all’articolo proposto da Beatrice un file di tipo Excel contenente l’elenco degli stranomi e dei soprannomi proposti da Franck, integrato da me per quello che mi ricordo e copiando i commenti inseriti.
    Come detto lo stranome di famiglia nasce anche dal soprannome di un avo, quindi riportare anche i soprannomi attuali mi pare coerente in vista di un aggiornamento futuro.
    Chi volesse integrare l’elenco può sia riportare un commento qua e poi integrerò io il documento, oppure scaricare il documento stesso, modificarlo e poi inviarmelo attraverso la pagina Contattaci

  6. fravega - 4 February 2009 alle 20:23

    gli stranomi della mia famiglia , da parte di padre siamo dei micheletti e da parte di madre pumatui.

  7. John - 15 March 2009 alle 13:43

    Ho aggiornato il file Excel con due segnalazioni inviatemi via e-mail.
    Un aggiornamento sui Lafò:
    Probabilmente il sopranome “lafò” deriva dalla parola “lafeo” (laggiù) e dato che gli antenati della attuale famiglia abitavano abbastanza in alto ripetto al centro del paese e sopratutto in fondo al caruggio, potrebbero aver storpiato “lafeo” con “lafò”

    Un aggiornamento del nome “Pelila”:
    il cognome di riferimento è Ferraris

    Aggiunti i Giurdanetti, discendenti di Assunta Giordano

  8. John - 28 March 2009 alle 01:28

    Volevo segnalare a un lettore, non troppo avvezzo all’uso del PC (definito da lui “mostro”), che mi scrive proponendo di integrare la lista, che è possibile farlo aggiungendo un commento in questo articolo. Provvederò poi personalmente a integrare l’elenco completo con le nuove segnalazioni.

  9. jose saccani - 28 March 2009 alle 14:13

    Grazie John per la comprensione.gli stranomi che volevo aggiungere sono :Busin,Catin de pan e brussu,Ciungi,Magaglietta,Segnù,Beai,Pescaù,Sartui,Anghilè,Pairevegliu,Brissacarin,Pangiancu,Mucu,Sesaru,Puti,Paeletta,Ursetti,Bambò,Ampegliu,Mela Mesurun,Ciampè.Poi ci sono quelli ad personam;Bacì u Pagliun,Antoine de Madalun,Gira biglie,Massasaume.Poi avrei anche nomi e locazioni di vecchie botteghe e vecchi artigiani,ma lo spazio è tiranno.Alla prochene comedicono les francè.Grazie a presto.Josè.

  10. John - 30 March 2009 alle 11:10

    Aggiornato l’elenco degli stranomi con le preziose integrazioni di Jose Saccani. Se qualcuno volesse anche solo inserire qualche nota sui vari nomi già inseriti lo riporti in commento a questo articolo ed integrerò l’elenco, che sta diventando piuttosto corposo!
    Grazie

  11. magaglio - 30 March 2009 alle 17:41

    e rauba boi? piscia ciané piscia andendu?????????? ps MESURUN é anche lo stranome di un GIORDANO ciaooooooo

  12. jose saccani - 30 March 2009 alle 20:45

    @ magaglo,grazie per l’osservazione,ma questi nomi non gli ho messi in quanto mi sembra fossero già inseriti nell’elenco già pubblicato.Eccone dei nuovi:Pancechetu,Femeneta,Regin,Balò,Marmò,Sunagliun,Brugliusu,l’Agliu,Pagliun.se può interessare la levatrice od Ostetrica,si chiamava Beladona.Ciao,a presto.

  13. magaglio - 2 April 2009 alle 22:20

    sciaireta?????

  14. magaglio - 2 April 2009 alle 22:20

    fideleti???

  15. magaglio - 2 April 2009 alle 22:22

    e u sciapaporte chi lé????????????????

  16. jose saccani - 5 April 2009 alle 10:03

    @ Magaglio,ritorno su “sciaireta”,diminutivo di sciaira,La sciaira è un badile,anzichè avere il manico dritto come la pala ce l’ha inclinato come il Mgaglio:serviva generalmente per fare le “aire “cioè pulire il terreno sotto gli alberi di oliva prima della raccolta delle stesse,che va detto,una volta si raccoglivano a mano sul terreno una per una.Poi vi era anche la Magaglietta,era simile alla sciaireta ma c on la punta più accentuata,serviva negli orti per fare i solchi per patate, fagioli,pomodori,ecc.Apresto.Josè

  17. magaglio - 3 May 2009 alle 21:24

    non credo che tu l’abbia mai utlizzata troppo ma scaireta è anche uno stranome

  18. magaglio - 3 May 2009 alle 21:27

    non ho risposte chi l’é u sciapaporte spero si scriva cosi’

  19. jose saccani - 4 May 2009 alle 09:29

    A magagliu: La Sciaira; Debbo essere sincero,per mia fortuna ,o no,l’ho usata poco,se vuoi posso fere i nomi di coloro con i quali l’ho adoperata,molti purtroppo sono morti ,ma uno è ancora in vita,e ogni tanto ,ridendoci sù,
    ricordiamo quei tempi.Sono d’accordo, che esiste anche uno Stranome,ma a quanto vedo,esiste anche un Nikname. Magagliu,Pace??? Lo sciappaporte:altro non era, che il funzionario dell’esattoria,incaricato dall’ufficio stesso, a riscuotere le tasse dei cittadini Morosi. Praticamente quello che fanno oggi, Raimondo Lorenzo, detto “la Roccia” e Giordano Luca. Quando l’Esattoria era ancora a Dolceacqua, L’Ufficiale incaricato, era il Papà di Luca, Palmiro. Lo sai? mi sei simpatico,mi piacerebbe conoscerti.Spero di esserti stato d’aiuto,quando hai bisogno io sono sempre disponibile(per quello che sò,o che mi ricordo!!!!!)
    Salù Josè

  20. magaglio - 5 May 2009 alle 17:18

    io so benissimo chi era

  21. jose saccani - 15 May 2009 alle 06:47

    Buon giorno a tutti,mi sono appena alzato.
    questa notte non potevo dormire, come sempre,e misono venuti in mente due stranomi;Cilun-Balbo e Musciantu-Ferrari.Mi è venuto il dubbio,se la Famiglia Campana-
    i Mariai-è già stata nominata,nell’elenco non mi pare ci sia.Se c’è,non mi stupisco,dato il mio rinc……….o
    E…buona giornata.

Inserisci un commento

Devi essere loggato (loggati ) per inserire un commento.