E’ rinata la Pro Loco di Dolceacqua!

Sono passati ormai 9 mesi da quando su queste pagine si dibatteva nero su bianco su come, nel nostro paese, fosse venuta meno la coesione per sostenere manifestazioni e iniziative, anche estemporanee. Coesione che aveva portato Dolceacqua ad eccellere per giovialità, originalità e spensieratezza, basti leggere qualche pagina di questo Blog per capire cosa fosse veramente Dolceacqua fino ai primi anni ’80! Tra le principali fonti di questa apaticità e indifferenza ci sono state senza dubbio le inimicizie e le invidie createsi via via, spesso anche per motivi politici.

Proprio da un contesto opposto, ossia dalla compattezza di un gruppo di giovani, solitamente aventi come ritrovo il bar In Piazza, è nata la volontà di far fronte al malessere legato alla carenza di intraprendenza popolare a cui negli ultimi anni si è cercato di supplire, in maniera più o meno ponderata, con scarsi risultati di partecipazione.
Non a caso, prima di far partire concretamente il progetto, si è atteso che terminasse il periodo elettorale, proprio per non far sorgere dubbi sul fatto che la Pro Loco è e sarà un’entità totalmente indipendente da qualsiasi amministrazione comunale, in modo tale da poter mantenere la sua operosità negli anni cercando di non essere nè strumentalizzata nè mossa da interessi personali. Ne è dimostrazione la presenza, al suo interno, di persone “simpatizzanti” per entrambe le liste recentemente candidate.

Il fatto che il propulsore del movimento comprenda ragazzi dai 18 ai 40 anni, fa capire inoltre come ci sia la volontà di coinvolgere realmente tutto il paese nella partecipazione alle proposte che si susseguiranno per far così rivivere a Dolceacqua i fasti che l’hanno portata ad eccellere in passato.
Questa volontà di ricongiungersi con quei tempi è stata sottolineata coinvolgendo formalmente durante i primi incontri Rigio, il presidente storico di quella Pro Loco a cui oggi senza dubbio ci si ispira.
Ovviamente si chiede ai membri della Proloco di quel tempo, e a tutti coloro che sono venuti a conoscenza solo ora dell’iniziativa pubblicizzata di recente, di farsi avanti qualora desiderassero contribuire anche in minima parte a questa sorta di nuova rinascita di Dolceacqua!
Di certo manca un po’ di esperienza sul campo al gruppo, ma iniziando con manifestazioni minori e contando sulla collaborazione del paese c’è la certezza che in breve tempo si possa andare a regime con ottimi risultati.
In bocca al lupo a tutti coloro che vorranno sostenere questo progetto!

Per la cronaca E’ stato nominato venerdì 2 luglio il nuovo Consiglio Direttivo.
Presidente all’unanimità è stato eletto Renato Toso, Andrea Gorni come Vice Presidente, Fabrizio Cialone quale Segretario e Simone Mauro Tesoriere.
Completano l’elenco del Direttivo i Consiglieri Giovanni Giraldi, Valentina Gastaldi, Elisa Ferrari, Paola Anfosso, Nicola Raffo e Roberto Piantoni in qualità di delegato del Sindaco.

Di seguito alcune foto scattate durante i primi incontri.

——————————————-

Aggiornato il 06/07/2009

Statuto UNPLI

John , 4 July 2009

Commenti

348 Commenti a “E’ rinata la Pro Loco di Dolceacqua!”

  1. masson. - 4 July 2009 alle 14:53

    Come dici tu, e’ proprio la coesione della popolazione e la compattezza dei giovani ha poter fare rivivere gli antichi fasti del nostro borgo.
    Speriamo che tutti lo capiscano , mettano Da parte le divisioni politiche e le inimicizie, e contribuiscano in maniera attiva allo sviluppo del nostro amato paese.
    Aiutiamoci a diventare tra le più importanti mete turistiche, e facciamolo divertendoci tutti insieme !!!!

  2. fulga - 4 July 2009 alle 15:00

    Vorrei esprimire pubblicamente il mio compiacimento per quanto è avvenuto, non tanto in qualità di Sindaco ma sopratutto qualità di ex Presidente della Pro Loco e che conosce le difficoltà che comporta questo impegno.
    Il “fatto” più importante di questo evento è il “gruppo” che si è creato, composto da ragazzi di generazioni diverse ma sopratutto con posizioni diverse di idee politiche e sociali; questo secondo me è il vero successo di questa iniziativa.

    Il realizzare gli eventi o le attività, se il gruppo rimane compatto e coeso, non è difficile, può risultare anche divertente e creare in ognuno di loro lo stimolo ed il giusto riconoscimento nel prosegure in questa avventura.

    Confermo la disponibilità non solo dell’Amministrazione tutta nel collaborare per quanto possibile con questo nuovo gruppo, come già avviene con le altre Associazioni Comunali, ma anche come contributo personale derivante dall’esperienza passata, ovviamente solamente se richiesto.

    Voglio ribadire la totale indipendenza della Pro Loco nei confronti del Comune, rapporto al limite definito da un eventuale convenzione al momento in cui ci fosse il rilascio di un contributo.
    Auspichiamo però una fattiva collaborazione al fine di ottenere il massimo ed il meglio da ogni iniziativa, da chiunque fosse realizzata, per il bene della nostra Comunità.

    Il nostro Paese può consentire la realizzazione di eventi importanti e ha la necessità di recuperare e mantenere antiche tradizioni, il cui “sentire” e “partecipare” deve obbligatoriamente venire dai cittadini. La Pro Loco come altre Associazioni, può essere lo strumento perchè questo avvenga.

    Mi auguro che cittadini e commercianti supportino questo nuovo gruppo (e non intendo solo economicamente), lo aiutino a crescere, a perdonare eventuali errori, ad incoraggiarli nel momento del bisogno, e a credere nella loro correttezza e volontà di fare esclusivamente l’interesse della comunità.

    Buon lavoro a tutti.

  3. gturs - 4 July 2009 alle 20:55

    Belle parole fulvio, sono sicuramente uno stimolo a fare tanto e bene, l’indipendenza delle associazioni è fondamentale per la realizzazione dei progetti.
    roberta.

  4. isurenca - 4 July 2009 alle 15:13

    IN BOCCA AL LUPO… E’ bello vedere che c’era proprio TUTTA la Dolceacqua “giovane”!!
    Ci sarà da divertirsi quindi alle prossime manifestazioni Dolceacquine…

  5. gturs - 4 July 2009 alle 20:51

    è bello leggere di queste iniziative, probabilmente a dolceacqua esiste una coesione tra i giovani (e lo vedo frequentandola) che non trovi da nessuna altra parte, il fatto che queste persone si siano proposte per far rinascere dolcealcqua dal punto di vista delle manifestazioni mi da adito di pensare quando questo avverrà a isolabona, paese limitrofo e non da meno dal punto di vista delle manifestazioni che purtroppo vengono gestite non da associazioni o comitati ma dai politici……..roberta speranzosa che questo miracolo avvenga anche qui;)
    Buona serata, roberta

  6. John - 6 July 2009 alle 08:16

    Ho aggiornato l’articolo inserendo lo statuto UNPLI (grazie a Ninut) previsto dalla regione Liguria, in modo da fare un po’ di chiarezza sui principi e sulle finalità delle Pro Loco

  7. jose saccani - 6 July 2009 alle 14:52

    come ho avuto modo di dire ieri a Fulvio Gazzola(dovrei dire al Sig. Sindaco,mi scuso!)e ad altri componenti la neo eletta Pro Loco,sarebbe bello,tempo e denaro permettendo,ripristinare quel magnifico concorso di pittura estemporanea “”Premio MONET “”.Richiamava moltissima gente,ed era anche un momento d’incontro fra artisti.E,parlando di artisti,perchè non ricordare,anche i pittori,Morscio e Pilè? Bona a Vui.

  8. alessandro veronesi - 7 July 2009 alle 16:10

    Buon giorno a tutti.
    sono rientrato a Dolceacqua e leggo con piacere la news in oggetto, unendomi ai complimeti di tutti e facendo a mia volta l’imbocca al lupo.
    Se posso essere utile (poiché si parla di un gruppo di giovani tra i 25 e i 40, ma spero non sa una pregiudiziale visto che io vado pe i 60 :)) rinnovo anche alla Pro-loco la mia disponibilità (ovviamente senza chiedere alcun compenso di enssuna natura) e, visto che parlo alcune lingue straniere, forse potrei essere di qualche utilità per un un ente rivolto anche a turisti esteri. (John ritenga possa fornire i miei contatti e-mail o il cellulare)
    Salute a tutti !

  9. dandy - 9 July 2009 alle 22:08

    Nell’ottima presentazione di John si parla, a un certo punto dei fasti del passato.
    Sarebbe utile, a mio parere, un dibattito su questo blog su quali siano state le cose belle che in passato hanno reso il nostro paese vivo socialmente e culturalmente.
    Le feste e i grandi concerti hanno senz’altro contribuito tantissimo ma ricordo che qui ,in passato, hanno trovato spazio il teatro e vari generi musicali (classica, lirica, jazz, etnica) con programmazioni di valore molte volte internazionale.
    Qui ha trovato spazio la pittura con una giornata dedicata a Monet.
    Il castello è stato la cornice di eventi indimenticabii come il concerto di Branduardi, lo spettacolo della Savigliano, il teatro del regista Tosco.
    Dolceaqua, paese divertente e di classe. Lo era e potrebbe diventarlo di nouvo ma con l’impegno di tutti. Serve un cambiamento di mentalità, lasciare da parte le paure, gli egoismi le polemiche “che non portano mai a niente” e serve anche che chi in futuro prenderà le decisioni lo faccia in maniera trasparente e “aperta”
    UN SALUTO A TUTTI

  10. il Grillo Parlante - 12 July 2009 alle 09:16

    Nuova Proloco, finalmente i GIOVANI hanno messo il “naso” fuori. Molto bene; nei mesi scorsi ho sempre puntualizzato ciò. Le nuove “leve” sicuramente hanno una visione NUOVA. Ben vengano. Credo però che l’entusiasmo iniziale DEVE essere mantenuto nel tempo. Purtroppo ne abbiamo viste di Proloco partite bene e poi, man mano si sono “disperse”.
    Auguri e buon lavoro, ricordatevi che la COSCIENZA CIVICA vi è accanto.
    Salù.

  11. Elisabetta - 13 July 2009 alle 10:44

    Il Dandy ha ragione, perchè non utilizzare questo spazio anche per fare un’analisi critica delle manifestazioni che negli anni hanno funzionato e quelle che purtroppo hanno avuto difficoltà a decollare?
    Potrebbe essere un ottimo spunto per discutere sulle manifestazioni a venire.
    Io ricordo con piacere i “Giochi sotto il Ponte” organizzati dagli adulti per il divertimento dei bambini e non , di cui Silvano Lamberti (se non ricordo male) era stato l’ideatore e promotore. Una sorta di giochi senza frontiere davvero belli.
    Anche il premio Monet è assolutamente una bella idea, bravo Jose.
    Dai proponiamo tutti delle idee, rilanciamo il nostro paese.

    X Alessandro: da membro della Pro Loco ti dico che sei il benvenuto tra noi: il gruppo è aperto a chiunque sia disposto a dare una mano, anche piccola. A maggior ragione a una persona positiva e propositiva come ti sei sempre dimostrato essere su questo blog. L’età che c’entra, è solo un numero su un documento! 🙂
    Ti aspettiamo

Inserisci un commento

Devi essere loggato (loggati ) per inserire un commento.