Dopo tante parole…Ci siamo???

TOC..TOC…
Giovanni dove stai??

Da: Riviera24.it. Secondo lancio,
il primo questa mattina era un po diverso

L’assessore Fulvio Gazzola candidato sindaco a Dolceacqua per una lista civica mista?
Dolceacqua – A Gazzola, che comunque non ha ancora sciolto le riserve, sarebbe stato chiesto di candidarsi, per una lista civica, da un gruppo di giovani che raggruppa simpatizzanti di centrodestra e centrosinistra.

Potrebbe essere l’attuale assessore al Turismo Fulvio Gazzola, il candidato sindaco alle prossime elezioni comunali di Dolceacqua, in rappresentanza dell’attuale amministrazione comunale, visto che l’attuale sindaco, Gianni Rebaudo non si ricandidera’, come gia’ preannunciato in passato e confermato in questi giorni. A Gazzola, che comunque non ha ancora sciolto le riserve, sarebbe stato chiesto di candidarsi, per una lista civica, da un gruppo di giovani che raggruppa simpatizzanti di centrodestra e centrosinistra. Si parla, poi, di una seconda lista civica appoggiata da centrodestra che potrebbe appoggiare la candidatura del geometra Diego Tornatore. In tutto questo marasma pre elettorale, bisogna ancora valutare che posizione assumera’ il socialista Nello Perrino, la cui componente politica viene considerata piuttosto forte in paese. Riguardo il centrodestra, Tornatore, nipote di Nello Ferrari, il ‘tedesco’, presidente dell’ospedale-ricovero San Giuseppe (sempre di Dolceacqua), dovrebbe avvalersi della collaborazione streta, come vicesindaco, del geometra Giuseppe Luppino, attuale coordinatore di An a Dolceacqua e comprensorio della val Nervia.

Ninut , 17 February 2009

Commenti

35 Commenti a “Dopo tante parole…Ci siamo???”

  1. Ninut - 17 February 2009 alle 21:41

    Oggi ho perso l’attimo..
    Questa mattina alla solita ora(intorno alle 10)ho acceso il computer. con il quale lavoro, girando sui miei “Preferiti”
    (A Proposito, non vedo il mio paese in diretta in webcam da ben 3 giorni..)
    Ho trovato sul sito “Riviera 24.it”
    La Notizia: Fulvio Gazzola è il candidato sindaco
    della Sinistra alle prossime elezioni comunali a Dolceacqua. Io sono un pochino sentimentale, e devo dire che la cosa non mi dispiaceva, conosco bene Fulvio, so che
    ha lavorato bene per il paese, e sicuramente è una persona valida.
    Decido tout court che una notizia del genere merita un po di attenzione…. Al che squilla il mio cell…Devo vedere un cliente per un logo.
    Torno dopo una oretta…e Fulvio è diventato il candidato di una lista civica di giovani di Destra e di Sinistra…
    rapida ricerca sul sito www. riviera24.it e della notizia, nessuna traccia.
    Giuro che non bevo Pastis al bar prima delle 12,30, che le ultime bottiglie di Rossese che mi sono portato da Dolceacqua dopo Natale sono finite da tempo, e il Cabernet che bevo mangiando …cala normalmente:
    Ditemi voi se ha sognato…ho se era vero.
    Salù

  2. il Grillo Parlante - 17 February 2009 alle 22:28

    Ma che cosa succede a Dolceacqua???
    Gli schieramenti politici sono saltati??
    Evidentemente regna una confusione sovrana.
    Comunque il ns punto di vista, da osservatori; è quello che siamo alle solite.
    Sono sempre gli stessi personaggi che imperversano da anni e anni, che tirano le fila.
    Costoro non amano certamente Dolceacqua; hanno la presunzione di essere immortali, politicamente.
    Apriamo gli occhi, questi hanno il vizio del CAREGHIN.
    Le studiano tutte, per continuare la “distruzione”, politicamente parlando della Amministrazione Civica.
    I giovani che sono e/o potrebbero essere coinvolti, loro sicuramente in buona fede, andrebbero solo, ripeto solo, incontro a grandi delusioni.
    Però credo e ripeto che i nostri validi GIOVANI, non si franno “abbindolare” facilmente. Loro sono svegli, sicuramente non sprovveduti, come li pensano i VECCHI marpioni attaccati più alla “CARICA” che a DUSAIGA.
    Grazie.

  3. ken - 23 February 2009 alle 22:53

    Salve a tutti, sono ken, ho scelto questo pseudonimo perchè ricorda una persona politicamente stimabile, e le ultime notizie su Dolceacqau politica sono veramente succose. Come non intervenire su quanto succede, e come non indignarsi.
    Qui non si tratta di confusione, ma solo di manovre gattopardesche, cambiamo tutto affinchè non cambi nulla.
    Poi di che giovani parlano? Le mie fonti sono ben diverse.
    Di sicuro chi propone il candidato sindaco Gazzola sono proprio i vecchi marpioni di cui parla il grillo parlante. Il nostro dovrebbe essere il candidato della sinistra ma di fatto è il legittimo erede della attuale amministrazione, cambia solo il cavallo….
    Io mi domando, ma come si fa a proporre alle persone di sinistra un candidato sindaco che non si è minimamente dissociato dalla attuale amministrazione con il pesante peso di immobilismo che si porta dietro? Ma la sinistra a Dolceacqua è così malmessa?

  4. Ninut - 24 February 2009 alle 10:19

    Livingston “Ken il Ross0” già Sindaco di Londra.
    Se ti ispiri a lui non ti mancano le ambizioni.
    Auguri!
    Salù

  5. John - 24 February 2009 alle 10:15

    Ciao Ken e benvenuto.
    Trovandomi a km di distanza da casa, non riesco a cogliere nemmeno le classiche voci da bar su potenziali schieramenti che entro fine mese prossimo dovranno dichiararsi, purtroppo quindi non riesco bene a cogliere le tue perplessità riguardo i sostenitori delle varie parti.
    Comunque sia, ho il vantaggio di non poter prendere parte a queste elezioni e quindi sono in grado di potermi esprimere dalla posizione privilegiata di super-partes.
    Visto che adoro ragionare con quante più parti possibili per capire quanto distanti si è dalla verità, permettimi di porti due domande.
    1) Ha veramente senso in un paese piccolo come Dolceacqua tirare in ballo schieramenti politici quando alla divisione contribuiscono già questioni famigliari nonché antipatie e invidie personali? Oltretutto stiamo vivendo una politica nazionale in cui le vecchie fazioni a tenuta stagna tendono a mescolarsi tra loro a livello di idee e di persone in una melma indefinita mossa sempre più da esigenze pragmatiche più che ideologiche: perchè dovremmo portare avanti un anacronistico discorso di sinitra contro destra? Cosa vuole dire a Dolceacqua essere di destra o di sinitra? Prafrasando Gaber … la mezza grissa è di sinistra e la michetta di destra? Il ponte Vecchio è di sinitra e il ponte Nuovo di destra?
    2) Credi veramente che un gruppo composto esclusivamente da persone nuove possa disctricarsi nel labirinto normativo, nei vincoli di bilancio, nella lungimiranza del budget che programma le spese dell’anno successivo di una amministrazione pubblica? Io solo il primo che desidera vedere finalmente gente nuova, possibilmente giovane, mettersi in gioco con l’appoggio dei coetanei, ma a voler essere realisti, un’amministrazione simile dopo quanti mesi (più probabilmente anni) riuscirebbe ad essere operativa? Con questo voglio semplicemente dire che credo sia fisiologico che qualche “vecchio marpione”, come dice il Grillo, rientri per forza nei giochi, tutto sta vedere poi quali e quanto numerosi saranno i volti nuovi che accompagneranno la gente “navigata” citata nell’articolo.

  6. il Grillo Parlante - 1 March 2009 alle 08:27

    I vecchi “marpioni” stanno lavorando a tutto spiano.
    Essi si sono divisi, questa volta, e stanno manovrando l’uno contro l’altro. Sarà una “bella” battaglia.
    Molti GIOVANI sono stati contattati da questi. Li stanno allettando, non valutando le loro capacità, ma valutando il loro SERBATOIO DI VOTI.
    E’ veramente la solita POLITICA SPORCA.
    In questo modo non è la volontà di far crescere NUOVE LEVE per amministrare Dolceacqua, ma semplicemente approffitare della loro giovinezza,della loro semplicità, della loro inesperienza.
    Se si continua a procedere in questi modi scandalosi, si avranno i SOLITI risultati; la SPARTIZIONE del “POTERE” è l’unica ragione che conoscono i VECCHI MARPIONI.
    Peccato, chi ci rimette è sempre e soltanto la nostra DOLCEACQUA.

  7. magaglio - 9 March 2009 alle 21:41

    fai i nomi dei vecchi marpioni della politica del paese se li sai?????????? CORAGGIO

  8. il Grillo Parlante - 9 March 2009 alle 22:09

    dove vivi?????????????????

  9. Mandingo di Dolceacqua - 1 March 2009 alle 12:29

    Coloro che saranno ad amministrare il paese, devono pensare che non sarà più come prima, con il discorso del “Federalismo”.Dovranno essere persone serie, rispettando sopratutto, l’esigenza del cittadino. A prescendere che siano vecchi o giovani. Bisogna che siano persone responsabili, serie e che abbiano un vero interesse per Dolceacqua tutto.

  10. Ninut - 1 March 2009 alle 12:54

    Federalismo???
    cosa credi che possa cambiare???
    I piu grandi parolai inutili sono quelli che ti vogliono far credere che cambieranno il paese (Italia) magari
    arruolandoti in una “ronda”
    Salù

  11. Mandingo di Dolceacqua - 1 March 2009 alle 13:04

    Purtroppo hai perfettamente ragione su questo. Anzi penso che agevolerà ancor più chi ha sempre rubato. Ma penso che poi non si avranno più alibi, ed il cittadino incazzato, potrà allungare la mano in un gruppo più ristretto, nella ricerca dell’orecchio colpevole. Ricordiamoci una cosa! La politica non è solo il partito al quale uno tiene, ma la volontà e le palle della persona, che la esercita.

  12. il Grillo Parlante - 1 March 2009 alle 16:05

    le Ronde, sono necessarie per quelli che la pensano come te!!!!!

  13. il Grillo Parlante - 1 March 2009 alle 16:36

    mi riferisco al qualunquista NINUT

  14. Ninut - 1 March 2009 alle 17:15

    @il grillo parlante:
    Con il termine qualunquismo si indica un atteggiamento vagamente ispirato dalle azioni del movimento dell’Uomo qualunque, e che rinnega o almeno intenzionalmente ignora l’aspetto politico del vivere associato. Comparve in Italia nell’immediato dopoguerra.
    È caratterizzato da una generica sfiducia nelle istituzioni, nei partiti, nei vari soggetti della politica, veduti come distanti, perniciosi o comunque di disturbo, di intralcio, nell’autonomo perseguimento delle soggettive scelte individuali. Questo atteggiamento è in genere considerato negativamente dagli individui politicamente attenti, che ne sottolineano i rischi connessi al rifiuto della partecipazione in un sistema democratico. Spesso l’attributo “qualunquista” è usato con senso spregiativo nel dibattito politico.

    Essatamente il contrario di come la penso io.
    Salù

  15. magaglio - 9 March 2009 alle 21:31

    se dai del qualunquista a NINUT ti non capisci proprio un c…………. ciaooooooooo

  16. il Grillo Parlante - 9 March 2009 alle 22:09

    beata ignoranza; leggi bene, se sei capace a leggere!!!!

  17. il Grillo Parlante - 1 March 2009 alle 17:41

    Certo che sei un “pozzo” di scienza; comunque la situazione “politica” dolceacquina io la reputo, una situazione molto, ma molto complicata; alla faccia del BENE del PAESE.
    L’appellativo BAUNEI è molto appropriato; purtroppo i MARPIONI non solo BAUNANO, ma AGISCONO per il loro tornaconto.
    E’ veramente un grave DEGRADO CIVICO.
    Bona

  18. Ninut - 1 March 2009 alle 19:34

    Sono perfettamente in “sintonia” con quanto dici.
    Dolceacqua è purtroppo un paese a democrazia limitata, la gestione del bene comune e sempre passata attraverso poche “Famiglie” che dispongono del potere.
    Il loro potere si basa sulla storicità politica del paese, sul poco interesse da parte di altri Dolceacquini
    a metterci la “faccia”, e purtroppo sulla condiscendenza di gran parte dei concittadini verso i moderni “Marchesi”.
    Salù

  19. magaglio - 9 March 2009 alle 18:27

    il BIGI li chiamava (giustamente) ANIMALI elettorali non li vedi ma quando è ora escono ciaooo

  20. John - 2 March 2009 alle 15:43

    Ma siamo veramente sicuri che ci siano persone che non trovano spazio a causa dei “moderni marchesi” , o piuttosto c’è gente che si ritrova marchese perchè non c’è nessun altro con quel pizzico di follia che serve per mettersi in gioco e far scrivere il proprio nome su una cartella elettorale?!?
    Ammetto che a livello nazionale mi sento molto “qualunquista”, i poteri sono troppo forti e radicati per sperare, senza un vero movimento popolare, di sovvertire il modus operandi. Non voglio però credere che a livello comunale, 2000 abitanti circa come Dolceacqua, esistano poteri così forti da non permettere un aggiornamento ogni 5 anni!
    Questo clima che si respira ormai da anni, in cui volano solo critiche verso chi si espone, accuse di fare da sguattero ai “marchesi” a chi si mette in lista per la prima volta, di certo non contribuisce a migliorare le cose anzi, accresce ancora di più la sfiducia nei confronti di quei giovani che magari vorrebbero provare a tirare fuori le palle.
    Sarò drastico, ma forse solo un commissariamento del Comune avrebbe il potere di far venire meno questo clima di critiche, sospetti, invidia e sfiducia che ha portato i giovani a preferire un venerdì sera a far due chiacchere al bar piuttosto che sedersi a un tavolo in sala consigliare …

  21. il Grillo Parlante - 2 March 2009 alle 18:09

    Sono in pieno accordo; bisogna COMMISSARIARE, solo così il VERO rinnovamento avrà luogo.
    I marchesi e/o IL MARCHESE è sicuramente una mente “FINA”.
    Stà lavorando alacremente, perversamente e con l’intelligenza che lo contraddistingue.
    Questa persona, la vedi in paese periodicamente ogni 5 anni; durante è poco socievole poi in prossimità delle votazioni diventa il COMPAGNONE di tutti.
    Tanto di cappello, è capace e cumunque è anche da ammirare.
    Il motto del suo casato: dividi et impera.

  22. magaglio - 9 March 2009 alle 21:37

    x i giovani che dovvrebbero tirare fuori le palle rischierbbero di farsele TAGLIARE

  23. il Grillo Parlante - 9 March 2009 alle 22:10

    a te non succederebbe!!!!!

  24. magaglio - 10 March 2009 alle 18:42

    poveru tu ci hanno provato molti anni fa ma ne ho sempre 2 e il pugno ……….non l’ho mai abassato e poi non sono piu cosi giovane (purtroppo). per beata ignoranza…………………………………. ciaooooooooo un saluto a ninut

  25. Ninut - 10 March 2009 alle 20:27

    Sempre a testa alta!!!!
    Salù

  26. Mandingo di Dolceacqua - 9 March 2009 alle 02:28

    Porca miseria!!! Questa sera sono andato verso L’Aria fina, premetto che non avevo bevuto. Ho visto una cosa allucinante, rischiando di fare un incidente. Lungo la strada, si trovano buche pericolosissime e profonde, praticamente disastrata. Allora chiedo, sempre gentilmente, che chi se ne deve interessare, prenda atto del problema al più presto. Sopratutto perchè è frequentata da molti francesi e personalità di spicco ogni fine settimana. Se non mi credete andate a vedere. Sicuramente la causa sono le abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi, ma se non si interviene immediatamente, il danno diventerà molto più costoso del previsto. ps: questo è un mio consiglio, non prendetela come critica.

  27. il Grillo Parlante - 22 March 2009 alle 10:36

    AVVISO: la terza lista è realtà.

  28. Ninut - 22 March 2009 alle 18:19

    Bene! Ora sarà il caso di aprire un dialogo
    anche sul blog, presentatevi, illustrate il programma,
    raccontatevi, insomma rendetevi visibili.
    Salù

  29. il Grillo Parlante - 22 March 2009 alle 19:40

    Forse NON TE NE SEI ACCORTO;
    è da anni che siamo visibili!!!!!!!!!!!

  30. Ninut - 22 March 2009 alle 23:32

    Da come vedo il paese… non mi pare.
    Salù

  31. il Grillo Parlante - 23 March 2009 alle 12:51

    Allora….hai gli occhi foderati di “salame”!!!!!

  32. magaglio - 26 March 2009 alle 21:50

    e poveru tu

  33. dandy - 25 March 2009 alle 16:36

    Domanda indovinello:
    Quale è il paese col maggior numero di transenne rispetto al numero degli abitanti?

  34. il Grillo Parlante - 25 March 2009 alle 18:15

    SANREMO; all’arrivo della Milano-Sanremo

  35. Mandingo di Dolceacqua - 25 March 2009 alle 23:49

Inserisci un commento

Devi essere loggato (loggati ) per inserire un commento.