Che non cada nel vuoto

Riporto un articolo di un lettore che si firma come “sirio”

SALVE A TUTTI…
Sono un nuovo “registrato”, devo fare i complimenti all’Amministratore per la creazione di questo “blog”, al quale auguro lunga vita .
Scorrendo nei commenti, credo sia da porre in rilievo e “battere il ferro….” sul discorso “A VIA DE BUTEGHE”; valide sono le affermazioni di Fulga scritte in data 16 ottobre 2008 (scusate se sono un po’ in ritardo sui tempi!!!) e che qui riporto uno stralcio…..”
Via Barberis è una via molto discussa per il suo stato, oggetto di discussioni ed interventi.
La pulizia e l’ordine deve partire dal Comune ma supportata dall’educazione ed il civile vivere dei cittadini.
Nella terrà il problema è minore ma forse proprio perchè c’è attività commerciale.
Allora ho mentalemnte generato una idea, che darebbe vita anche a questa parte del Paese, che è uno dei prossimi obiettivi che una Amministrazione deve porsi.
Creare le basi perchè nascano dei negozi di artigianato e di prodotti tipici. Non uno o due, perchè non creerebbero interesse, ma almeno 15- 20.
I locali ci sarebbero, bisognerre solo convincere i cittadini ad affittarli e a prezzi agevolati perchè chi svolge queste attività non ha certo grandi guadagni.
Attraverso la ricerca di fondi, di agevolaizoni su tasse, il comune potrebbe favorire questa iniziativa.”. Ora è da augurarsi che l’attuale Amministrazione dia vigore e porti avanti a quanto affermato in allora.

Saluti a tutti

John , 5 November 2009

Commenti

2 Commenti a “Che non cada nel vuoto”

  1. fulga - 8 November 2009 alle 09:39

    Salve Sirio,
    i complimenti per il belissimo BLOG vanno fatti a Jhon che è non solo gestore ma sopratutto ideatore e creatore del Sito. In questo caso il Comune non c’entra assolutamentel, anche se mi auguro che nel giro di qualche mese anche il Comune abbia un Suo blog ufficiale.
    Il progetto delle “Botteghe” fà parte del nostro programma politico e sarà sicuramente portato avanti proprio nei termini che tu hai indicato. Come hai sottolineato però ci sono molte componenti che devono essere messe assieme e in particolar modo forti risorse finanziarie. Per questo occorre prima una progettazione, il coinvolgimenti di diversi enti e privati, una condivisione con la popolazione e poi la creazione.
    Quanto dici sulla pulizia e sull’ordine è pienamente condivisibile. Abbiamo provato ad aumentare le attività di spazzamento, di sensibilizzare le persone, ora non ci resta che il controllo e la prevenzione anche passando dalla sanzione.
    Se non c’è la consapevolezza del bene comune e del rispetto rciproco, difficilmente un ente piccolo come il nsotro, da solo può risolvere questi problemi.

  2. Ninut - 8 November 2009 alle 22:31

    @Fulga…Amministratore (Jhon).
    Non Amministrazione (Comune);>)

    Condivido l’idea di Sirio, sarebbe bello rivedere via Barberis, viva e attiva dalla “fravega alla rampa”
    anche perchè è il carruggio del borgo più visitato dai turisti, e una volta era ricco di “Buteghe”
    Salù

Inserisci un commento

Devi essere loggato (loggati ) per inserire un commento.