A raccogliere legna… nel 1983

Raccolta legna a Dolceacqua nel 1983

Raccolta legna a Dolceacqua nel 1983

Come promesso Beatrice mi ha inviato la foto degli allora ragazzi, che nel 1983 andavano a fare legna per i fuochi di Natale a Dolceacqua.
Credo che la foto sia la quinta essenza, cogliendo la giovane età di qualcuno dell’epoca, di come fosse sentito questo evento dai ragazzi di Dolceacqua.
Riporto anche quanto scrittomi da Beatrice:

Ecco la foto!!!Risale al dicembre 1983, dal basso a sinistra si riconoscono (spero di non sbagliare): mio fratello Giampaolo, Cristiano, (non riesco a capire chi sia!!), Mauro, Mario,Diego, Andrea.
La foto è stata fatta da Ennio Andrighetto.
Saluti ed auguri a tutti!!!
Beatrice

Grazie mille a Beatrice per il suo contributo.
Chissà se ne esistono altre di foto simili, chiunque volesse pubblicarle sono sempre ben accette.

John , 30 December 2008

Commenti

19 Commenti a “A raccogliere legna… nel 1983”

  1. Beatrice - 31 December 2008 alle 02:35

    come sospettavo, ho sbagliato qualche nome, e sono stata subito ripresa da mio fratello!!
    Ecco i veri preotagonisti della foto, da sinistra nell’ordine :
    Giampaolo Orrigo, Vincenzo Cammarreri, Enrico Garibaldi, Franco Debernardi, Mario, Diego Laura e Andrea Framì.
    Mi scuso con chi ho citato erroneamente e con chi ho omesso nel primo commento.

  2. ricciolina - 31 December 2008 alle 09:17

    Ah, mi sembrava Cece’il secondo da sinistra…Garibaldi e Franco De Bernardi poi non li avrei mai riconosciuti!!!

  3. vale california - 4 January 2009 alle 19:54

    grande BEA !!! forte qa rispolverrare queste foto !!!
    bellissimo e speriamo che queste tradizioni non tramontino mai!!!

  4. il Grillo Parlante - 5 January 2009 alle 08:36

    Queste TRADIZIONI per non tramontare mai hanno bisogno del contributo di tutti.
    Purtroppo “alcuni”, bla, bla, bla contribuiscono SOLO con il pensiero e non con i fatti.

  5. Stupa IV - 5 January 2009 alle 09:11

    Basta guardare le foto che ha pubblicato John in “Natale nella fravega 2008” per capire chi ha contribuito veramente… Di quelli che hanno baunato tanto nelle foto non c’è neanche l’ombra!!!

  6. il Grillo Parlante - 5 January 2009 alle 11:14

    E’ vero, quella è la prova.
    Saluamu

  7. Beatrice - 5 January 2009 alle 13:44

    Non so se il “Grillo parlante” con “persone che contribuiscono solo col pensiero” si riferisca a chi ha inviato e proposto la foto.
    In tal caso, anche se non ho idea di chi tu sia, mi è spiaciuto molto non partecipare più attivamente alla serata alla fravega e non poter fare di più per il mio paese se non portarlo nel cuore ogni mattina che mi sveglio e nutrire la speranza di poterci tornare un giorno non lontano.
    Scusate lo sfogo, ma credete, ci sono alcune persone che, vivendo lontano, imparano ad apprezzare ed amare le cose che tanti abitanti nemmeno notano.

  8. Ninut - 5 January 2009 alle 15:39

    Beatrice, quanto hai ragione…
    Chi a Dolceacqua ci vive a volte non capisce
    cosa ha a disposizione.
    Ma purtroppo tanti non riescono a guardare oltre
    il proprio orticello.
    Salù

  9. il Grillo Parlante - 5 January 2009 alle 16:40

    Mi riferisco a quelli che:
    “mi sono accorta solo adesso del blog”!!!!!
    Non a quello che ha inviato e proposto le foto, ovviamente questo era partecipe.
    Beatrice, come ti capisco, apprezzare il proprio PAESE, l proprie TRADIZIONI, NON E’ da TUTTI.
    Salu.

  10. Stupa IV - 5 January 2009 alle 16:48

    io invece mi riferivo non certo a beatrice, ma a chi ha parlato tanto di raccolta legna ma non ha portato neanche un bilun…

  11. il Grillo Parlante - 5 January 2009 alle 17:08

    Io mi riferivo a quelli che, SIC, dicono:
    “speriamo che queste tradizioni non tramontino mai”!!!
    Questi non sanno neanche cos’è UN BILUN!!!!
    “poveru de mi” diceva mio nonno”””””

  12. magaglio - 2 February 2009 alle 16:55

    mi de bilui ne au purtau paregli

  13. Ninut - 2 February 2009 alle 17:08

    U lé turnau u magaglio.
    Fin a l’autru dì le ciuccava u manegu, e u lè duviu stà a bagnu.
    Aù u sente ù carneva e u lé turnàu.
    (Sorry)
    Salù

  14. magaglio - 5 February 2009 alle 20:26

    u tu dusaighin u lè cusci cusci u MANEGU u nu ciucava ma u LUCIAVA è vero di carnevali ne ho fatto parecchi e mi sono anche divertito molto (ho visto una foto di RINO e mi ha fatto molto ma molto piacere) con tutto il cuore ciaooooooooooooooooooooo

  15. magaglio - 5 February 2009 alle 21:12

    e le notti passate al monte ceppo nella speranza che passasse qualche ufficiale a provare il san remo e la tua 500 che alla quale potevi togliere la leva del cambio con il terrore di chi portavi e la A 112 ABARTH 70 CAVALLI sempre nel cuore???????????????????? ciaoooooooooooooo

  16. Ninut - 5 February 2009 alle 21:59

    Sul Ceppo, al Ghimbegna, ad Apricale, sul Turinì
    Quante notti, quanto freddo, ma che divertimento.
    Ricordi quando in 5 sulla 70 HP andavamo
    fino al Col di Braus ? per il “Monte” o con la 500 fino
    all’ isola d’Elba, o piu semplicemente a piedi fino in Arcagna (Anche di notte) per vedere le HF e le Alpine che provavano il “Gouta”…Ricordi quando a Isola da Adolfo
    l’equipaggio “Nicolas Tod” ci diceva che se entro un ora non tornava …. di andarlo a cercare sulla strada di
    Gouta (Ciaxe – Pigna).
    Eravamo “Cavalli di Razza” Liberi, Felici, Amici.
    Salù

  17. ricciolina - 5 January 2009 alle 20:56

    @ Il Grillo Parlante: ma sei proprio un bel recanissu!!!
    Ti sembra normale attaccare sempre tutto e tutti?!? Chi si è accorto del blog solo ora secondo te è da mettere alla forca?! Magari fino adesso ha avuto altro da fare!!!

  18. il Grillo Parlante - 6 January 2009 alle 08:04

    Grazie per “il recanissu”, il mio NON è un “attacco” ma è semplicemente un modo per svegliare quelli che “DORMONO”!!!!!
    Tutti noi, spero, abbiamo altro da fare.
    Saluamu.

  19. alberto - 12 January 2009 alle 10:59

    La foto è bellissima. Enio (con una enne) è bravissimo.

Inserisci un commento

Devi essere loggato (loggati ) per inserire un commento.