Spettacolo “Cartellone” a Dolceacqua

Domani presso il Castello dei Doria in Dolceacqua dalle ore 18.00 si terrà lo spettacolo di teatro comico “Cartellone!” interpretato dai ragazzi delle scuole medie e superiori che frequentano il corso annuale di drammaturgia presso la ”Aurora” di Ventimiglia, diretto da Davide Barella del ”Orlando dissennato”. Dodici gli attori che si susseguiranno sul palcoscenico in una serie di divertenti corti comici da loro stessi scritti e/o ispirati, alternandosi sulla scena; ecco quindi che le superiori realizzeranno “La dieta”, “La maschera”, “Love potion” (ambientata proprio nel castello dei Doria), “Amore a New Orleans” mentre le medie “Superfrullino!” e la trilogia di “Ciro nei suoi viaggi dappertutto”. In tutto otto episodi diversi fra loro che compongono, quindi, un vero e proprio completo “cartellone” teatrale.
Gli attori che si esibiranno sono Cecilia Barabaschi, Elena Lanteri, Fatma Albanese, Gorgia Boldrini, Linda Gino, Virginia Iorio e Rodolfo Biancheri per il gruppo dei grandi, mentre delle medie vi saranno Mara Amapane, Davide Giofrè, Mattia Raimondo, Antonio Soleri e Federico Taggiasco, sempre per la regìa di Davide Barella. La manifestazione è a ingresso libero, realizzata con il patrocinio del Comune di Dolceacqua Assessorato Turismo e Cultura.
Info 347.7310765

John , 31 May 2010

Gavettone ad anziano generale: «Mai più a Dolceacqua»

Da Il Secolo XIX del 23/05/2010

Alla Associazione Bandiere arancioni e p.c. a:
-Touring Club Italiano (a chi di dovere)
-al sig. Fulvio Gazzola, Sindaco di Dolceacqua

Oggetto: Macché Bandiera arancione…!!

Per quanto mi riguarda e per quanto accaduto durante una visita turistica a Dolceacqua il giorno 17 maggio, nel pomeriggio, la bandiera che questa località merita è soltanto NERA.

Con un folto gruppo di Ufficiali in Congedo , ospiti del soggiorno Militare di Sanremo, ci siamo recati in visita a Dolceacqua. Niente da dire sulla ”qualità turistico ambientale” ma molto e in negativo su quello che dovrebbe essere il requisito principale per il conferimento di questo attestato.

Sul sito www.bandierearancioni.it leggo stupefatto che questo marchio è destinato alle piccole località dell’entroterra ligure che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità …. e più avanti dice di voler premiare lo ”SVILUPPO DELLA CULTURA DELL’ACCOGLIENZA”.

Durante la nostra visita si è verificato un episodio tutt’altro che ”accogliente”, visto che un nostro collega, anziano Generale in pensione, è stato oggetto di un lancio (purtroppo riuscito) di palloni riempiti d’acqua, da parte di un gruppo di ragazzini spavaldi e maleducati nel piazzale di fronte al ponte, dove si rifornivano dalla fontanella della piazza sotto lo sguardo indifferente di diverse persone del posto.. Il nostro collega, centrato in pieno dall’alto da uno di questi palloncini è rimasto completamente bagnato e fradicio e in condizioni di non potersi cambiare, con grave pregiudizio dello stato di salute di una persona anziana.

Non è tanto lo stupido gesto di stupidi ragazzini che mi fa dire ”togliete la bandiera ARANCIONE a questo Comune, (perché si tratta solo di un comportamento maleducato anche se intenzionalmente offensivo), ma per la gravissima indifferenza delle persone del posto presenti e che nulla hanno fatto per impedire questo incidente.

Poiché nessuno interveniva e sembrava volessero ripetere il lancio contro altre persone del nostro gruppo che si erano ”permesse” di redarguire i teppistelli, abbiamo richiesto l’intervento dei Carabinieri per porre fine al vero e proprio assalto. Quello che ci ha stupito è stato sapere che non si trattava di un episodio isolato ma sembrerebbe che questi ragazzini erano già stati diffidati dal disturbare i turisti in visita.

Quando i carabinieri si sono allontanati, un adulto è venuto verso il nostro pullman e con fare provocatorio ha detto « …e ci siete venuti da Bologna per chiamare i carabinieri contro dei ragazzini ?».

Se per la commissione delle ”bandiere Arancioni” e per il Touring Club Italiano questo comportamento va premiato con una Bandiera Arancione, tenetevela questa bandiera. Noi non verremo ovviamente mai più in visita turistica a Dolceacqua e lo sconsiglieremo a tutti i nostri amici, parenti e associati.

Se avete dei dubbi in proposito interpellate la stazione locale dei Carabinieri. Io non dico che questi ragazzini vadano puniti per delle ”ragazzate” e degli scherzi stupidi che ormai il degrado educativo ci ha abituati a vedere, ma è stata soprattutto l’indifferenza dei presenti che non solo non sono intervenuti, ma l’unico intervento è stato di riprovazione (sic!) perché ci eravamo permessi di segnalare l’episodio ai Carabinieri.

La nostra Associazione ha da molti anni un rapporto di solidarietà e partecipazione con il T.C.I. e riteniamo opportuno segnalare questo episodio perché, se dovesse ripetersi ,se ne tenga conto in futuro nella ”certificazione” rilasciata dal TCI ad una comunità che NON merita apprezzamento sotto il profilo dell\’accoglienza turistica. Se questo si chiama ”cultura dell’accoglienza” ce n’è di strada da fare….!

Magg. Renato Gentilini
iscritto all’Albo Sp. dei Giornalisti della Prov. di Bologna
gentilini@unucibologna.it

John , 24 May 2010

Nuovi Commenti


Vedi più commenti > > >

Foto Recenti

26475_1096778915609_1710712965_182715_1204659_n.jpg 23999_1362841467934_1138509775_1054767_7006076_n.jpg 23999_1362840827918_1138509775_1054754_3065321_n.jpg 23999_1362840627913_1138509775_1054750_7143007_n.jpg 23999_1362839867894_1138509775_1054734_6981523_n.jpg 23999_1362839587887_1138509775_1054727_2687565_n.jpg 23999_1362839347881_1138509775_1054721_960119_n.jpg 23999_1362803586987_1138509775_1054545_1420029_n.jpg

Appuntamenti in zona

Ultimi articoli