Dolceacqua: concerto di Natale 2009 della Banda Musicale cittadina

Sabato 26/12/2009 pomeriggio (giorno di Santo Stefano), alle 18.30 presso la chiesa di Sant’Antonio Abate a Dolceacqua, si esibirà in concerto la Banda Musicale Cittadina.

In programma brani di carattere natalizio e per la prima volta composizioni di grandi maestri quali Bach Mozart e Gounod.

John , 24 December 2009

A Dolceacqua: “Presepiando”, un itinerario natalizio tra i vicoli

Nata da un’idea dell’artista Lucia, covata (l’idea) dal Centro Culturale e Ricreativo di Dolceacqua, il cui presidente Renato è sempre molto sensibile e preveggente sulla buona riuscita delle fantasie dei singoli quando queste possano valorizzare l’immagine cittadina, alimentata dall’assessore al turismo Jamila, soprattutto con la sua personale partecipazione, realizzata da un gruppo di volenterose che hanno tramutato un’idea in “cosa di fatto”, ecco sbocciare, con il solo costo dell’impegno personale e delle ore felicemente trascorse insieme, una nuova forma per incentivare la conoscenza di questo bellissimo borgo medievale: il “presepiando”.

I visitatori, dal 24 dicembre e per tutto il periodo natalizio, partendo da Piazza Padre Mauro, dove è collocata la capanna della natività, potranno percorrere un itinerario seguendo le scene natalizie realizzate con materiali di recupero e a costo zero, protette dalle pareti delle damigiane (contenitori del prezioso liquido color rubino o dorato che tutto il mondo ci invidia e cerca di copiare), che li porterà ad attraversare le vie cittadine di Dolceaqua assaporandone quel clima di antico che ancora oggi permea le mura circostanti.

John , 24 December 2009

Piano Casa

Il 04 novembre, la Regione Liguria ha approvato la legge chiamata ” Piano Casa “,altro non è che l’emanazione dell’intesa Governo, Regioni e Comuni, per mezzo della quale è possibile aumentare la cubatura delle abitazioni ( non tutte ).
Ora i Comuni , come recita l’articolo 5 comma 4 della L.R. 49/09 prevede ..” entro il termine perentorio di 45 giorni, dalla data di entrata in vigore della presente legge (04/11/09 ), possono individuare parti del proprio territorio nelle quali le disposizioni dell’art. 3 non trovano applicazione…” (1)
Ora al momento di inviare questo pezzo, sono già trascorsi 35 giorni e pare che il Comune non si sia ancora attivato.
La domanda che mi pongo e rilancio su questo blog. è, a quando si saprà qualche cosa ?

Sirio

( 1 ) art. 3 – Ampliamento di edifici esistenti
1. Sulle volumetrie esistenti, come definite all’articolo 2, a totale o prevalente destina- zione residenziale, mono o plurifamiliari e non eccedenti i 1.000 metri cubi, sono ammessi interventi di ampliamento preordinati a migliorare la funzionalità, la qualità architettonica, statica e/o energetica dell’edificio interessato, nei limiti di seguito indi- cati:
a) per edifici di volumetria esistente non superiore a 200 metri cubi, è consentito un incremento di 60 metri cubi;
b) per edifici di volumetria esistente compresa fra 200 metri cubi e 500 metri cubi per la parte eccedente la soglia di 200 metri cubi, entro il limite del 20 per cento;
c) per edifici di volumetria esistente compresa fra 500 metri cubi e 1.000 metri cubi per la parte eccedente la soglia di 500 metri cubi, entro il limite del 10 per cento.
2. Gli ampliamenti di cui al comma 1 costituiscono interventi di ristrutturazione edilizia e sono realizzabili anche in deroga alla disciplina dei piani urbanistici, fermo restando il rispetto delle distanze da pareti finestrate degli edifici ove si tratti di ampliamenti in senso orizzontale, delle indicazioni tipologiche, formali e costruttive di livello puntuale degli strumenti urbanistici o degli atti di pianificazione territoriale vigenti e dei requisi- ti minimi di rendimento energetico degli edifici di cui alla legge regionale 29 maggio 2007, n. 22 (Norme in materia di energia) e successive modifiche ed integrazioni ed al decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2009, n. 59 (Regolamento di attua- zione dell’articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia) e successive modifiche ed integrazioni.
3. Gli ampliamenti di edifici rurali di valore testimoniale a destinazione residenziale sono disciplinati dalle disposizioni di cui all’articolo 4.
4. L’ampliamento, nei termini di cui al comma 1, è ammesso anche per edifici destinati ad uso socio-assistenziale e socio-educativo.
5. Ove gli interventi di ampliamento prevedano il frazionamento dell’unità immobiliare interessata, le unità immobiliari non possono comunque avere una superficie inferiore a 60 metri quadrati.

sirio , 9 December 2009

Nuovi Commenti


Vedi più commenti > > >

Foto Recenti

26475_1096778915609_1710712965_182715_1204659_n.jpg 23999_1362841467934_1138509775_1054767_7006076_n.jpg 23999_1362840827918_1138509775_1054754_3065321_n.jpg 23999_1362840627913_1138509775_1054750_7143007_n.jpg 23999_1362839867894_1138509775_1054734_6981523_n.jpg 23999_1362839587887_1138509775_1054727_2687565_n.jpg 23999_1362839347881_1138509775_1054721_960119_n.jpg 23999_1362803586987_1138509775_1054545_1420029_n.jpg

Appuntamenti in zona

Ultimi articoli